tabacchi fc, ovvero tabacchi football club, ovvero tabacchi fancazzisti, ovvero un blog creato da quelli che si ritrovano la sera a giocare a calcetto nel parco tabacchi, quello spicchio di verde fra via tabacchi (appunto) e via giambologna, a Milano. Ovvero un contenitore per metterci tutto quello che ci passa per la testa...

venerdì, maggio 30, 2008





ping, toc pong, toc ping, toc pong, toc ping, toc pong... il ping, il toc, il pong, sinfonia irresistibile e inquieta. e poi naturalmente il peng dell'effetto dosato con il polso per suggerire imprevedibilità, il tac della pallina che scheggia un angolo del tavolo piegando inafferrabilmente la sua traiettoria, il pang della schiacciata a palma aperta per vedere cosa c'è al di là del muro, il tic tic tic tic della pallina che incespica sulla rete e saltella beffarda dalla tua parte (o da quella dell'avversario, ma più spesso dalla tua).
il gioco dentro le mie braccia e dentro le mie mani che non se n'è mai andato, rinchiuso chissà dove e conservato chissà come per tutto questo tempo, il gioco liberato per caso un giorno d'estate basca, il gioco in cui ogni colpo è scommessa e sfida con se stessi, il gioco che è apnea, tensione, elettricità, estro, impercettibile volere degli dei e vorticosa danza senza schemi, il gioco che è tutto questo ma soprattutto amici, il gioco in cui in effetti perdo (quasi) sempre ma chi se ne frega è troppo divertente. f

csxqp: francesco de gregori - "battere e levare" (live, 2001)

9 Commenti:

Blogger Fau ha detto...

wow, che elogio!!! Sono un po' gelosa! ;-)
Fau.

2:24 PM

 
Blogger tabacchifc ha detto...

in che senso sei gelosa? perchè abbiamo giocato insieme solo una volta? la prossima volta allora devi venire anche tu... e verrai stracciata senza pietà! ;-) f

4:30 PM

 
Blogger tabacchifc ha detto...

anch'io ho celato per anni l'ardore del gioco, l'ho rinchiuso, soffocato, in attesa... e quando con la coda dell'occhio ho intravisto il tavolo, qualcosa è scattato, ne ho sentito il richiamo, ed è stata l'apoteosi, un'emozione, come ritrovare un vecchio amico.
Conservo quel ricordo di Bilbao fra i più cari ed idilliaci, per il contesto, una città straniera, e per la vittoria, sofferta... è stato quanto di più lontano potessi aspettarmi in quel momento, è stato come fermare il tempo, mettere in stand by la vita, il viaggio, il mondo... e scoprire in f un giocatore, nonchè degno avversario, è stata una gioia. y*

12:01 PM

 
Blogger tabacchifc ha detto...

ci risiamo, dopo Bilbao 2006 è arrivata anche Berlino 2008, grande vittoria, schiacciante, incontestabile, senza appello, un due a zero pulito, con pallina rotta e integra, in modo da evitare ogni qualsivoglia recriminazione. Anche questo secondo round europeo mi ha arriso, fuori dai confini nazionali non c'è storia. Ora ci avviamo verso Amsterdam. La sfida è lanciata, sei avvisato. y*

3:41 PM

 
Blogger tabacchifc ha detto...

non c'è molta storia nemmeno dentro i confini nazionali, se è per questo. accetto la sfida, come sempre: preparati che ad amsterdam assaggerai la sconfitta! f

12:39 AM

 
Blogger tabacchifc ha detto...

speriamo che abbia il sapore del krafen! y*

2:29 PM

 
Blogger tabacchifc ha detto...

ah! dimenticavo di segnalare un risultato importante da inserire negli annali di storia del ping-pong... eye of tiger "y*" ha avuto la meglio su half socks "f" in un match che si preannunciava come il main event del mese: appuntamento al bowling dei fiori, solita ora, solito tavolo, soliti sfidanti... risultato shock, 4 - 1... e y* trionfa, come mai prima d'ora, e gli applausi non sono potuti essere che scroscianti, nel silenzio del seminterrato. y*

csxqp: skunk anansie - "weak"

5:11 PM

 
Blogger tabacchifc ha detto...

Holland Round, Amsterdam Arena: sotto una pioggia fine ma costante i due contendenti hanno per l’ennesima volta incrociato le racchette proponendo al folto pubblico stipato sulle gradinate lo spettacolo della sfida fratricida: vittoria o muerte, alloro o fango, gloria o oblio. Forte del suo dominio in terra basca, e alla luce della conferma di Berlino, y ha affrontato il match con grande convinzione e rispetto, consapevole dei propri mezzi ma guardingo vista l’imprevedibilità dell’avversario. Dal canto suo, F, pur animato da un ineguagliabile ardore, e ben coadiuvato dal coach jj, si è prodigato in un gioco tanto spettacolare quanto sterile, rimandando così ancora una volta la vittoria ad un futuro non meglio precisato. Si cari, avete letto bene, y si è riconfermato campione, e ora a ragione si può dire che in Europa, da est a ovest, da nord a sud, il nostro beniamino non conosce sconfitta. Non sappiamo quanto durerà, ma siamo certi di una cosa, lì nell’olimpo c’è un posto che gli spetta di diritto. Liberamente tratto da “Amsterdam Today” – XXX

csxqp: david bowie – “heroes”

3:41 PM

 
Blogger tabacchifc ha detto...

anche se è già passata qualche settimana volevo rendere partecipe il nostro amato pubblico della schiacciante vittoria ottenuta in quel di Bruxelles dal campionissimo y... una doppia sfida segnata da un avvio fulminante e chiusa in maniera altrettanto rapida da uno spietato y che non ha lasciato al povero f neanche il punto della bandiera… per qualcuno urge un allenamento supplementare. Alla prossima! y

csxqp: queen - “we will rock you”

5:07 PM

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page