tabacchi fc, ovvero tabacchi football club, ovvero tabacchi fancazzisti, ovvero un blog creato da quelli che si ritrovano la sera a giocare a calcetto nel parco tabacchi, quello spicchio di verde fra via tabacchi (appunto) e via giambologna, a Milano. Ovvero un contenitore per metterci tutto quello che ci passa per la testa...

martedì, giugno 24, 2008





mi è venuto in mente che la prima partita della nazionale che ho visto in vita mia fu esattamente vent'anni fa. erano gli europei e l'italia pareggiava 1 - 1 con la germania padrona di casa grazie a un secco diagonale di mancini, che dopo aver segnato si mise a correre a perdifiato per il campo schivando accuratamente gli abbracci dei compagni, vai a sapere perchè.
mi è venuta in mente anche una delle ultime canzoni che gaber ha scritto, che aveva questo ritornello: "io non mi sento italiano, ma per fortuna o purtroppo lo sono", ed era una canzone così irriverente nei confronti dell'italia da essere disperatamente e sinceramente patriottica. se la prendeva, fra le altre cose, con il fatto che gli italiani si sentono davvero uniti e attaccati alla patria solamente quando gioca la nazionale di calcio.
mi sono venute in mente queste due cose, guardando la partita dell'altra sera, finita con l'italia che riprende la sua tradizione negativa ai rigori e viene eliminata da una spagna certamente più intraprendente.
che poi a pensarci è tragicamente vero, un gol di panucci, un rigore di pirlo o una punizione di de rossi sono riusciti anche stavolta ad arrivare dove la partecipazione politica, l'indignazione, la solidarietà, la passione civile non arriveranno mai: a trasformare cioè una parte molto consistente di questo paese in un unico cuore pulsante all'unisono, che vuole esserci, e contribuire, fosse anche solo restando in trepidazione o imprecando contro l'arbitro davanti al televisore.
probabilmente alla fine è solo una questione di fiducia: cioè semplicemente c'è la percezione che l'italia intesa come nazionale di calcio possa fare qualsiasi impresa (l'ha dimostrato due anni fa), mentre l'italia intesa come paese e come collettività no, e sia dunque una causa persa per la quale non valga la pena tifare.
e così, nell'attesa di vedere questa italia, tutta intera, me compreso, vibrare di passione per qualcosa di più importante di una partita di calcio, in questi tempi dove sventolano sempre meno tricolori e sempre più soli delle alpi, sono rimasto ancora una volta, l'ennesima in questi vent'anni, con il fiato sospeso, incollato allo schermo e al piede di di natale sul dischetto, fiducioso e pieno di speranza verso il mio paese, se non altro almeno nel calcio.
per fortuna o purtroppo sono italiano dunque, e per fortuna o purtroppo sono da poco anche un suonatore di ukulele. così, unendo le due cose, dopo tutte queste inutili considerazioni, ecco qualcosa per voi: la trascrizione è fatta da me, però tutto sommato funziona (più o meno). suonatelo con un ukulele scordato (cioè suonatelo con un ukulele) e vi sentirete come jimi hendrix, a woodstock, nel '69. f

a _ _ _ _ 2 2 3 2 2 5 3 2 0 2 0 _
e _ _ 0 _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ 3
c 2 2 _ 2 _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ (x 2)
g _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _

a 2 2 _ _ 0 _ _ _ _ _ _ 0 2
e _ _ 1 3 _ 3 1 0 3 1 3 _ _
c _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _
g _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _

a _ _ _ _ 2 2 3 2 2 5 3 2 2 0 2 _
e _ _ 0 _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ 3
c 2 2 _ 2 _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _
g _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _

(poropom poropom poropompompompompò)

csxqp: goffredo mameli - "fratelli d'italia"

5 Commenti:

Blogger tabacchifc ha detto...

che dire, belle queste foto, proprio belle... allora abbiamo deciso di affossare il blog, di far scappare anche gli ultimi lettori?!?!?! avevamo finalmente raggiunto un certo livello, una soddisfacente originalità e gamma di colori, e ora questi chiaroscuri sfuocati... ripigliati. Comprendo che le altre fossero foto "rubate" da internet però a questo punto, se devo scegliere fra l'illegalità e questo, scelgo la prima opzione. Allora buona caccia, lupin. y*

5:28 PM

 
Blogger tabacchifc ha detto...

bah, secondo me sei tu che non capisci le foto artistiche! :-)
comunque mi hai messo il dubbio che fossero davvero orrende e che fosse colpa del mio monitor, così ho provato a vedere come venivano su un pc... però non capisco, si vedono più o meno come mi aspettavo... ma è davvero così brutta? ma solo questa o anche le altre?
in ogni caso è divertente mettere foto originali, scattate apposta per il post... questa poi mi sembrava particolarmente indovinata! f

2:35 PM

 
Blogger tabacchifc ha detto...

da un pò di tempo a questa parte ho rivisto molte cose, opinioni, convinzioni, e il calcio è fra queste. Onestamente poco mi interessa di questi quattro miliardari in calzoncini che corrono dietro una palla portandosi dietro le speranze di quella banda di coglioni che in loro riversano tutte le loro attese... ormai la poesia è svanita, l'ardore è solo un lontano ricordo. La partita l'ho vista, come ho visto tutte le altre del campionato, e alla fine, al momento dei rigori non ho potuto far altro che compatire mia sorella, che sul divano si contorceva, gridava, si mordeva le mani, nascondeva gli occhi...
per fortuna o purtroppo sono italiano, ma onestamente oggi non mi sento tale, sono y*, non ho nazionalità, sono cittadino del mio mondo. y*
p.s. in fondo dove pensava di andare un'italia così sgarrupata, senza mordente, barricata in difesa, timorosa e con una tale pochezza di talento da essere imbarazzante. L'ultimo rigore è stato il giusto epilogo.

2:47 PM

 
Blogger tabacchifc ha detto...

e solo ora capisco perchè alle donne non frega nulla del calcio... loro sanno che è un bluff, fumo negli occhi, chiacchiere da bar, e nientaltro. Loro sono concrete, conoscono la realtà della vita, e non si lasciano ingannare così facilmente. y*

3:31 PM

 
Blogger tabacchifc ha detto...

figurati, io sono anni che dico che il calcio è uno sport minore, in tutti i sensi. però è innegabile che la nazionale nelle grandi competizioni abbia sempre un fascino speciale, ne è riprova il fatto che la partita l'abbiamo vista praticamente tutti. ciò che mi fa incazzare e mi intristisce e mi ha spinto a scrivere il post è che appunto il calcio si porta dietro una quantita smodata di speranze e attese e quasi monopolizza tutto il senso di patriottismo possibile: sappiamo a memoria ogni formazione, vita morte e miracoli di ogni giocatore, e magari non conosciamo la costituzione, o non ci indigniamo quando un governo pensa solo a fare i propri interessi.
comunque come sei cambiato dal post "patriottico" di giugno 2006! per fortuna in meglio! f

12:19 AM

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page