tabacchi fc, ovvero tabacchi football club, ovvero tabacchi fancazzisti, ovvero un blog creato da quelli che si ritrovano la sera a giocare a calcetto nel parco tabacchi, quello spicchio di verde fra via tabacchi (appunto) e via giambologna, a Milano. Ovvero un contenitore per metterci tutto quello che ci passa per la testa...

giovedì, aprile 01, 2010





ripenso a tutto ciò che non ero e che non feci, all'inizio di quei cazzo di anni zero,
e a tutto ciò che sono e a ciò che è vero, all'inizio di questi cazzo di anni dieci.
eppure nonostante tutto, senza torto o ragione, mi sembra che siano ancora le vele,
spiegate e a volte difficili da spiegare,
e non le rotaie implacabili dei trent'anni.
mi sembra che tutto sia dipinto, invece che scritto.
ancora astratti furori, ma senza acqua nelle scarpe,
il domani è un concetto magmatico, vagamente inquieto.
forse sequele vane ma insomma pane, sapere il sapore del sale e quello del sole,
pezzi sparsi e disordinati di potenziale.
albatros e delfini, e il meraviglioso canto di una sirena,
seguire le stelle senza sestante, da un mondo a sè stante.
forse non so neanch'io bene cosa volevo dire... mi diverte tutta questa indeterminatezza. f

csxqp: roberto vecchioni - "il grande sogno"

3 Commenti:

Blogger tabacchifc ha detto...

si vabbè tutta questa indeterminatezza mi diverte ma a volte, per indeterminatezza, si consuma un po' di ansia, come per un treno ad alta velocità che arrivi in ritardo (o in anticipo, dipende da come la si vede) e metta a soqquadro programmi già di per sè disordinati.
si consuma e poi sparisce, e anche questo è vele. f

csxqc: francesco de gregori - "sangue su sangue"

2:41 AM

 
Blogger tabacchifc ha detto...

l’indeterminatezza ha sempre una cattiva nomea, un’accezione negativa, almeno di primo acchito, ma poi, riflettendoci, se ne posso scovare i risvolti positivi (anche se io continuo a pensarne un gran male)… y

4:16 PM

 
Blogger tabacchifc ha detto...

l'laltro ieri ho messo la firma sul contratto a tempo indeterminato, che è poi l'evento che ha dato il la a questo post, insieme ad alcune discussioni e ad alcune riflessioni sparse (il commento invece si riferisce ad una vicenda assolutamente in tema ma completamente diversa, è una storia lunga...).
si può pensare un gran male di entrambe, determinatezza o indeterminatezza, perché entrambe, in dosi eccessive, possono diventare gabbie pericolose.
l'importante, è di avercela la gioventù! f

9:16 PM

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page