tabacchi fc, ovvero tabacchi football club, ovvero tabacchi fancazzisti, ovvero un blog creato da quelli che si ritrovano la sera a giocare a calcetto nel parco tabacchi, quello spicchio di verde fra via tabacchi (appunto) e via giambologna, a Milano. Ovvero un contenitore per metterci tutto quello che ci passa per la testa...

venerdì, aprile 18, 2014



quindi, fatemi capire... ci stiamo giocando in questi giorni l'accesso alle final four (che saranno a milano, per giunta) contro il maccabi tel aviv (proprio il maccabi!) in una serie con il vantaggio del fattore campo, dopo aver disputato delle top 16 a dir poco sontuose in cui ci siamo permessi il lusso di battere, con inaspettata scioltezza, squadre ben più forti e quotate di noi, e come se tutto ciò non bastasse in campionato siamo primi in classifica con un cospicuo margine sulla seconda?
cioè, ricapitolando, se davvero non mi state prendendo in giro... dopo intere stagioni senza il benché minimo barlume di una certezza, con squadre magari volenterose e vagamente talentuose, intendiamoci, ma irrimediabilmente male assortite e del tutto ondivaghe, dove una bella azione sembrava più figlia del caso che della volontà (e infatti si contavano sulle dita di una mano nell'arco di un anno), dopo intere stagioni passate così ora possiamo contare su una circolazione di palla quasi sempre fluida, belle costruzioni di tiro, partite quasi sempre controllate e portate a casa con il carattere che compete alle grandi squadre?
no, solo per essere certo di aver inteso bene: dopo quasi vent'anni di delusioni in cui gli dei del basket si sono fatti beffe di noi in ogni modo possibile, fra retrocessioni sfiorate e titoli sfumati all'ultimo decimo di secondo, con squadre spesso in balia della propria mediocrità, capaci alla prima difficoltà soltanto di sbriciolarsi e produrre inconsulti sparacchiamenti da tre e scriteriati uno contro tutti alla sperindio, dopo tutto questo ora abbiamo finalmente un gruppo affidabile, in puro e incosciente stato di grazia, capace di sputar sangue quando serve e buttare il proprio cuore al di là degli ostacoli più insormontabili?
non vi credo. troppe partite vinte, troppo bel gioco: abbiate pazienza ma non può essere questa la mia amata olimpia, non la riconosco più. sono chiaramente vittima di una colossale allucinazione e ho bisogno che mi diate un grosso pizzicotto sul braccio.
però no, non subito, aspettate un momento. è una bella allucinazione: lasciatemela godere ancora un po'. f

csxqp: dropkick murphys - "tessie"

3 Commenti:

Blogger tabacchifc ha detto...

il maccabi vince la serie 3-1, niente final four per noi... vi avevo detto di aspettare un attimo! f

1:15 AM

 
Blogger tabacchifc ha detto...

stavo pensando a come impostare un commento che valorizzasse due dati di fatto: hai scritto il post (che notoriamente così impostato mena una sfiga pazzesca) e l'Armani viene inaspettatamente eliminata dalla coppa; lasci Milano e la squadra vince lo scudetto (dopo quasi vent'anni, più o meno il periodo della tua permanenza nella città meneghina)... bè, ripensandoci c'è ben poco da aggiungere, mi sa che ho detto tutto, e vista l'amicizia che ci lega non vorrei affondare oltremodo il coltello ;)
comunque, per chi ancora non lo sapesse, il titolo di campione d'Italia quest'anno è stato vinto dall'Armani Jeans Milano, le scarpette rosse, che dopo un campionato vissuto spadroneggiando in ogni campo è riuscita a portarsi a casa anche lo scudetto, dovendo però sudare e lottare oltre il previsto... squillino le trombe, e che la festa abbia inizio! y

csxqp: le luci della centrale elettrica - "firmamento"

7:10 PM

 
Blogger tabacchi fc ha detto...

beh dai il post non ha portato poi così tanta sfiga, visto che alla fine lo scudetto l'abbiamo vinto e la coppa l'abbiamo persa giocando contro l'unica squadra che è stata capace di stupire più di noi (il maccabi ha poi vinto l'eurolega, sorprendendo un po' tutti).
in realtà il post voleva solo prendersi gioco del fatto che quella che stavo ammirando non era la squadra che ero abituato a seguire in tutti questi anni.. devono avermi dato ascolto perché da allora l'olimpia è riuscita a complicarsi la vita e il proprio cammino nei playoff in ogni modo possibile, rischiando varie volte, e in modo quantomai roccambolesco, di farsi eliminare e uscire in anticipo. è questa l'olimpia che riconosco e che a cui ho imparato a voler bene! f

10:03 AM

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page